fbpx

Affetta dal morbo di Alzheimer, la vicinanza del Papa e di Mattarella

IL FATTO – Fernando Miele di Cassino ha fatto recapitare il suo libro al Pontefice e al Capo dello Stato nel quale racconta la storia della malattia della moglie e i tanti sacrifici di questi anni. Ecco la risposta degli uffici del Quirinale e del Vaticano

Una rosa: inizia così la storia d’amore di Fernando Miele e Lidia De Luca. La stessa che Fernando racconta nel libro “Una rosa nel giardino della memoria”, presentato di recente Sala Restagno di Cassino e alla sala convegni del castello Ettore Fieramosca a Mignano Monte Lungo, città natale di Lidia. Una memoria, quella di Lidia, che è stata corrotta dall’Alzheimer.

Un argomento molto delicato, intriso di sofferenza, ma anche di coraggio: quello di chi lotta ogni giorno per evitare che il malato non appassisca nella solitudine; affinché, insieme alla memoria, non sfiorisca anche la dignità della persona. Insieme al libro è stato presentato anche un filmato di Fernando, che ha raccontato in modo più diretto e incisivo la sua esperienza con l’Alzheimer.

Nei giorni scorsi Fernando ha voluto far avere copia del suo libro sia a Papa Francesco che al presidente della Repubblica Mattarella. Gli uffici del Quirinale e del Vaticano hanno risposto esprimendo vicinanza

Il Pontefice, per mezzo di mons. Roberto Cona ha assicurato un particolare ricordo nella preghiera invocando la protezione della Beata Vergine Maria e ha quindi impartito la Benedizione Apopstolica

L’articolo Affetta dal morbo di Alzheimer, la vicinanza del Papa e di Mattarella proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: