fbpx

Aquino, una sala gremita e tanti appalusi per Claudia Magnapera

TERRITORIO – L’evento alla presenza del sindaco Mazzaroppi. L’autrice ha presentato il suo libro: “Di Rose neanche l’ombra”. A moderare l’incontro la giornalista Lorenza Di Brango. Fabio Gervasio: “Una bella serata di cultura”

La musica, le immagini di Parigi dell’epoca e la voce di Stefania Gigante che ha letto degli stralci del romanzo: atmosfere francesi degli anni 40 sono state evocate domenica scorsa nella sala consiliare del Comune di Aquino, dove si è tenuta la presentazione del romanzo di esordio di Claudia Magnapera, “Di rose neanche l’ombra”.

Un testo in cui le vicende personali dei due protagonisti, Amelia e Riccardo, si intrecciano con la storia, un’opera in cui l’ardore dell’innamoramento lascia spazio poi alla solitudine, alla distanza, non solo fisica. L’emigrazione, il fascismo, la vecchiaia: sono i temi che pagina dopo pagina si incontrano e si fondono, in un romanzo in cui presente e passato si alternano costantemente, in un intimo dialogo tra nonna e nipote.

“Per me è stato un onore presentare in anteprima il mio romanzo ad Aquino, davanti alla mia comunità. Devo ringraziare il pubblico che, così numeroso, ha voluto  accogliermi e supportarmi. Non posso che sperare che i lettori apprezzino la mia opera”. Queste le parole dell’autrice al termine della presentazione, che ha richiamato in municipio un pubblico folto ed attento.

L’evento è stato organizzato dall’associazione Mens Sana. Il presidente, Fabio Gervasio, che ha moderato l’evento insieme a Lorenza Di Brango, ha dichiarato: “Una bella serata di cultura. Siamo lieti di aver partecipato all’organizzazione perché la nostra associazione è sempre impegnata nel promuovere iniziative sociali e di cultura nella nostra città ma non solo”.

La manifestazione ha avuto il patrocinio del Comune di Aquino. Carlo Risi, vicesindaco e assessore alla cultura, ha sottolineato il pregio del romanzo: “Abbiamo presentato un libro di assoluto spessore di una cittadina aquinate che è riuscita a scrivere un romanzo che è da leggere, perché è pieno, denso di questioni che sono scandagliate e approfondite con maestria e capacità”.

Il sindaco Libero Mazzaroppi ha enfatizzato la vitalità, dal punto di vista culturale, della cittadina che rappresenta: “Per il territorio questo romanzo è motivo di vanto, di soddisfazione e di orgoglio. Claudia Magnapera ha saputo mettersi in gioco, ha realizzato un’opera magnifica. Sono stati apprezzati la qualità della sua scrittura, l’ampiezza del suo ragionamento, il suo estro. Questo rende Aquino più ricca. Aquino non solo città che legge, ma anche città che scrive”.

Il romanzo è stato pubblicato da L’erudita, del gruppo Giulio Perrone editore ed in settimana partirà la vendita su Ibs e Amazon.

L’articolo Aquino, una sala gremita e tanti appalusi per Claudia Magnapera proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: