fbpx

“Bene la settimana corta, ma intervenire sul nodo trasporti”

SCUOLA – Alessio Accardi: “Chiediamo chiarezza e rapidità nella risoluzione di questo problema che sta danneggiando la quotidianità degli studenti, dei docenti e delle famiglie” . La nota di Iula dei Giovani Democratici

di Francesca Messina

Sulla settimana corta indirizzata alle Scuole Secondarie di Secondo Grado, abbiamo intervistato Alessio Accardi vice presidente Consulta provinciale degli studenti ed è intervenuto Massimiliano Iula, Segretario Provinciale dei Giovani Democratici di Frosinone. Ricordiamo che a tal proposito il presidente della Provincia, Antonio Pompeo, unitamente al consigliere delegato all’Edilizia Scolastica e alla Pubblica Istruzione, Enrico Pittiglio ha scritto una missiva a tutti i dirigenti scolastici che sono di competenza territoriale, per sottoporre loro, la possibilità di valutare l’adozione della settimana corta.

“Ho avuto modo di constatare la volontà comune degli istituti Superiori della provincia di Frosinone al ripristino della settimana corta – ha detto Alessio Accardi vice presidente Consulta provinciale degli studenti di Frosinone e Rappresentante di Istituto dell’IIS Medaglia d’Oro “Città di Cassino – considerando la nostra forte esigenza già manifestata con mobilitazioni, scioperi, manifestazioni e appelli di qualunque tipo alle istituzioni nei primi mesi dell’attuale anno scolastico. Inoltre ribadisco l’importanza di un ritorno alla normalità anche considerando l’ormai imminente Esame di Stato che richiederà sforzi maggiori per la vita degli studenti.
Chiediamo chiarezza e rapidità nella risoluzione di questo problema che sta danneggiando la quotidianità degli studenti, dei docenti e delle famiglie.

Giovani Democratici di Frosinone

“La proposta lanciata recentemente dal Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone, Antonio Pompeo, e dal Consigliere Provinciale delegato all’Edilizia Scolastica e alla pubblica istruzione Enrico Pittiglio, di verificare l’esistenza della condizioni per l’introduzione della settimana corta anche nelle scuole secondarie di secondo grado ci vede entusiasti. Da sempre riteniamo che la settimana scolastica dal lunedì al venerdì sia uno strumento fondamentale affinché gli studenti possano vivere più serenamente il percorso formativo e sosteniamo quindi la proposta arrivata dall’Amministrazione Provinciale, dettata dalla necessità di abbattere i costi di luce e gas. 

“Siamo soddisfatti dalla proposta arrivata nelle scorse ore dall’Amministrazione Provinciale, che invita i Dirigenti scolastici della Provincia ad introdurre la settimana corta nelle scuole del nostro territorio. L’organizzazione giovanile è da sempre favorevole all’introduzione della settimana scolastica di cinque giorni anche nelle scuole secondarie di secondo grado per ragioni di vivibilità del percorso formativo e della maggiore agibilità e autonomia degli studenti e delle studentesse all’interno di questo percorso.”

“Ringrazio il Consigliere provinciale delegato alla Pubblica Istruzione, Enrico Pittiglio, che da subito ha aperto un importante canale di comunicazione con noi e con gli studenti e le studentesse di Frosinone. Quando ci sarà la disponibilità dei Presidi, sarà necessario aprire, insieme a Pittiglio, un tavolo di coordinamento con Presidi e l’azienda di trasporto pubblico regionale Cotral, affinché si possano rimodulare gli orari delle tratte con il nuovo orario di entrata e uscita delle scuole.”

“Siamo sicuri che il nostro appello sarà ascoltato e che tutti insieme potremo contribuire a costruire un nuovo modello di fruizione della pubblica istruzione nel nostro territorio”. Così in una nota Massimiliano Iula, Segretario Provinciale dei Giovani Democratici di Frosinone.

L’articolo “Bene la settimana corta, ma intervenire sul nodo trasporti” proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: