fbpx

Cassino, bagno negato ad una cliente. La denuncia

LETTERE IN REDAZIONE – L’episodio ha suscitato l’ira della malcapitata. Ecco cosa è successo

Non sappiamo se anche i supermercati, alla stregua dei pubblici esercizi (bar, ristoranti) abbiano l’obbligo, sancito dalla legge, di garantire l’uso dei servizi igienici ai loro clienti. Ci pare di no. Il fatto però che, indipendentemente dalla legge, un supermercato situato ad una delle porte della città, (peraltro assai frequentato, di successo e di dimensioni rilevanti) neghi ad una non giovanissima cliente – che se n’è doluta con noi operatori dell’informazione – l’uso del bagno, avendone ella estremo bisogno, a noi sembra una “scortesia” di non poco conto; ed anche una manifestazione di insensibilità da condannare senza se e senza ma.

Sappiamo invece bene dell’esistenza di una legge che disciplina i comportamenti e le richieste (occasionali, peraltro, come quella della signora): è quella dettata dal buonsenso e dalla comprensione verso il prossimo nostro.

Non ci è mai capitato di assistere in un supermercato ad una fila di persone davanti alla porta di un bagno. Potrà capitare, però, qualche volta a qualcuno di correre il rischio che “gli scappi”. E nel caso, di effettiva, incontestabile emergenza, cosa dovrebbe fare quel qualcuno/a? Scappare da quel luogo a sirena spiegata nell’affannosa ricerca di alternativa al diniego di uso del bagno? Senza però, poi, ritornarci mai più?

L’articolo Cassino, bagno negato ad una cliente. La denuncia proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: