fbpx

Cassino non dimentica, ecco il “Il Festival della Legalità”

EVENTI – La prima iniziativa si terrà il 23 maggio alle ore 9.45 presso la Villa Comunale in piazza Falcone e Borsellino con autorità e studenti delle scuole

Cassino non dimentica. Un lungo programma fino alla fine del 2022 con iniziative sul tema della legalità e memoria. Lunedì 23 maggio intanto la prima iniziativa presso la Villa Comunale di Cassino alla presenza di autorità e studenti delle scuole di Cassino.
A trent’anni dalla strage di Capaci, avvenuta il 23 maggio del 1992, anche a Cassino ci si mobilita per commemorare le vittime del terribile attentato con una ricca mattinata legata ai temi della legalità e della lotta alle mafie. Le figure del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e dei tre uomini della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, uccisi da un ordigno posto sull’autostrada a pochi chilometri da Palermo, saranno ricordati dalle istituzioni civili e militari e altre associazioni cittadine e soprattutto dai ragazzi e dalle ragazze delle scuole superiori di Cassino che trent’anni fa ancora non erano nati ma che dalla vita e dal sacrificio di Giovanni Falcone e di altri servitori dello Stato, come Paolo Borsellino, suo collega e amico, hanno tratto valori ed esempio.

L’evento curato dall’Associazione Cassino Città per la Pace con il Presidente Nino Rossi insieme all’Ordine degli Avvocati di Cassino con il Presidente Gianluca Giannichedda, al Difensore civico del Lazio Marino Fardelli, al Comune di Cassino nella persona del Sindaco di Cassino Enzo Salera e all’Assessore alla Cultura Danilo Grossi, alla cooperativa I Naviganti di Simona Di Mambro, all’Associazione Peppino Impastato di Cassino con Igor Fonte e Fabio Leone, con l’Associazione Carabiniere Marino Fardelli con Luca Fardelli, è frutto delle collaborazioni di numerose realtà della città che si sono impegnate nella diffusione della cultura della legalità rivolte soprattutto alle scuole.

Il programma prevede alle ore 09.45 presso la villa comunale di Cassino nella piazza Falcone e Borsellino una cerimonia molto sobria e con la messa a dimora di un albero della memoria donato dal Parco dei Monti Aurunci con il Presidente Marco Delle Cese. Seguiranno interventi delle autorità presenti che hanno assicurato la loro presenza e alle loro parole si uniranno le voci degli studenti con alcune delle riflessioni sul tema della legalità emerse durante i laboratori scolastici grazie alla sensibilità dei loro docenti e dei dirigenti scolastici.

“La cerimonia, commentano Simona Di Mambro, Igor Fonte, Fabio Leone e Luca Fardelli, sarà accompagnata anche dalla possibilità di firmare o dedicare una parola su un lenzuolo bianco dedicato ai Giudici Falcone e Borsellino e faremo poi recapitare alla Fondazione Falcone con la Presidente Maria Falcone che sta raccogliendo il tutto a Palermo. Anche i cittadini, oltre agli studenti, potranno lasciare un pensiero”. 

“A seguire, commenta il Presidente dell’Ordine degli Avvocati Gianluca Giannichedda, i presenti si recheranno presso il Tribunale di Cassino dove proseguirà una nuova iniziativa curata con il Presidente del Tribunale e il Procuratore capo di Cassino con una cerimonia toccante e ricca di significato. L’Ordine che presiedo vuole ricordare il sacrificio di chi combattendo la mafia ha perso la vita ma che ha dato ulteriore forza allo Stato per contrastarla e ha reso ineludibile il dovere di tutti noi di fare la propria parte per porre fine a violenze e soprusi”.

“Questa iniziativa, commenta Nino Rossi dell’Associazione Cassino Città per la Pace, vuole essere una piccola anteprima della II edizione del Festival della Legalità Città di Cassino che lo scoro anno ebbe un grande successo nazionale. Stiamo definendo con tante associazioni locali un ricco cartellone di eventi, presentazione di libri, iniziative nelle scuole, fino alla fine del 2022 per richiamare l’attenzione sui temi della legalità, del diritto alla sicurezza e alla giustizia. In questa proposta vi sono i corpi dello Stato, impegnati nell’azione di repressione, e noi al loro fianco per una mobilitazione culturale portata avanti nella società civile in compagnia di giovani, uomini e donne, associazioni del volontariato laico e cattolico per una cultura contro l’indifferenza”.

Il Sindaco di Cassino Enzo Salera e in una nota esprime vivo apprezzamento agli organizzatori per l’evento in programma e ha aggiunto come sia questo “il modo migliore per far rivivere l’eredità morale e il messaggio di speranza che ci ha lasciato Giovanni Falcone. Dare ogni anno un senso importante attraverso il ricordo è un elemento di grande valore e quest’anno ancora di più visto che sono i 30 anni dalla strage di Capaci con l’uccisione del giudice Giovanni Falcone della moglie Francesca Morvillo e dei tre uomini della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Cassino non dimentica”.
Appuntamento a lunedi 23 maggio ore 09.45 presso la villa comunale di Cassino.

L’articolo Cassino non dimentica, ecco il “Il Festival della Legalità” proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: