fbpx

Celebrata la giornata nazionale delle vittime del Covid-19

TERRITORIO – Tante le iniziative nei comuni, tra cui Piedimonte San Germano e Aquino. Allo Spaziani di Frosinone l’Associazione Ammuri Liberi Città a Colori con Marcello Russo ed Iwen che ha realizzato un’opera di street art dal vivo: ecco di cosa si tratta

di Francesca Messina

Venerdi 18 marzo è stata celebrata la Giornata Nazionale in memoria delle vittime del Covid 19. Un triste elenco di persone che hanno affrontato la morte senza poter avere un parente vicino, e di conseguenza un marito, una moglie, un figlio che non hanno potuto stringere per l’ultima volta la mano a chi ha patito molte sofferenze. Uno strazio che sicuramente ha colpito duramente le famiglie. Tante sono state le iniziative portate avanti da diverse Regioni, Province e Comuni.

FROSINONE

Presso la sede Asl di Frosinone si è celebrata la giornata del ricordo delle vittime del Covid. Un ricordo toccante e ricco di significato, coordinato dalla DG dell’Asl Frosinone Dott.ssa Pierpaola D’Alessandro, che ha visto presenti : il Prefetto di Frosinone Dott. Ernesto Liguori, l’Imam di Frosinone Omar El Jaouzi e il Vescovo di Frosinone Sua Eccellenza Monsignor Ambrogio Spreafico, i consiglieri regionali Sara Battisti e Mauro Buschini e la Provincia, la Direttrice del Carcere di Paliano Dott.ssa Anna Angeletti, Cesare Pigliacelli autore dell’opera simbolicamente donata, l’Associazione Ammuri Liberi Città a Colori con Marcello Russo ed Iwen che hanno realizzato un’opera di street art dal vivo.

Un evento commovente dall’inizio alla fine con due momenti particolarmente alti a livello di emozioni:
-La lettura del numero delle vittime del Covid per ogni singolo paese della provincia di Frosinone
-la spiegazione dell’opera da parte di Marcello Russo .

Anche i detenuti del carcere di Paliano hanno voluto far arrivare il proprio pensiero, grazie all’importante lavoro svolto dalla direttrice  Anna Angeletti sono molto sensibili all’arte e hanno voluto donare delle mattonelle dipinte che portano con se le iniziali di ogni vittima di questa pandemia della provincia di Frosinone. L’invito della DG Pierpaola D’Alessandro è quello di non allentare le precauzioni, non bisogna abbassare la guardia perché il rischio c’è e riguarda tutti.

L’OPERA DI AMMURI LIBERI

” 24″ è questo il titolo dell’opera di Marcello Russo e Iwen del collettivo di Ammuri Liberi che sarà esposta nell’atrio dell’ospedale Spaziani di Frosinone. 24 vuole essere uno sguardo al futuro e successivamente un punto di partenza, si perché 24 indica l’anno ci cui gli artisti immaginano che ci saremmo finalmente lasciati alle spalle le tragedie che ci ha dato questa pandemia e in ultimo la guerra  e che lo stesso anno ,indichi appunto un nuovo inizio. L’opera vuole ricordare le vittime del Covid e simboleggiare con il volo di un aeroplanino di carta che lascia una scia di colore mentre vola nel buio che indica un’uscita dall’oscurità.

Anche il sindaco Enzo Salera era presente alla manifestazione e non ha potuto nascondere il suo orgoglio nel ritrovare davanti ai suoi occhi due dei suoi concittadini intendi nel realizzare un’opera di street art dal vivo nella cerimonia in onore delle vittime del Covid della Asl di Frosinone.

PIEDIMONTE SAN GERMANO

Si è svolta a Piedimonte San Germano la cerimonia per la giornata nazionale in memoria delle vittime del covid. Con l’occasione è stata svelata una targa, posta all’ingresso della sede operativa  della Croce Rossa Italiana Comitato di Piedimonte San Germano. Alla cerimonia erano presenti autorità militari, civili e religiose e i volontari delle associazioni di Protezione civile e Croce Rossa di Piedimonte San Germano.

“Un momento di grande emozione e riflessione – dichiara il sindaco, Gioacchino Ferdinandi – “Abbiamo svelato una targa commemorativa per ricordare chi non ce l’ha fatta, per non dimenticare e per riflettere affinché non si abbassi mai la guardia e si continuino ad adottare comportamenti responsabili nel rispetto di tutti e del prossimo.” commenta e Continua Ferdinandi ringraziando tutti i volontari e coloro che nella pandemia hanno prestato servizio alla comunità  – “ Abbiamo posto la targa all’ingresso della sala operativa della Croce Rossa di Piedimonte San Germano per ringraziare chi non ha mai smesso di aiutare mettendo a servizio della comunità il proprio impegno durante tutta questa emergenza. Ai nostri volontari va un doveroso grazie per l’incredibile catena di solidarietà che hanno messo in campo per garantire assistenza ai più fragili. In collaborazione con la Proloco di Piedimonte San Germano abbiamo consegnato attestati di benemerenza ai volontari delle associazioni delle protezioni civili e croce rossa di Piedimonte San Germano e a tutti coloro che hanno prestato opera durante la pandemia perché il loro impegno va onorato e ricordato.”

AQUINO

“Come onorare le troppe persone che ci hanno lasciato?
Intanto – ha detto il sindaco Libero Mazzaroppi – ricordando sempre il loro nome e testimoniando ai loro cari il nostro affetto.
Dobbiamo, inoltre, portare con noi gli insegnamenti della pandemia e le terribili lezioni del dolore.
Facciamo in modo che il mondo non torni come era prima proprio in un momento in cui la Guerra sconvolge ognuno di noi.

Potenziamo la sanità pubblica, garantiamo cure e impegniamoci per il bene comune.
Sono stati, vi assicuro, due anni difficilissimi per questo mi corre l’obbligo di dire grazie alla mia amministrazione per l’impegno profuso e per l’intelligenza dimostrata, ai volontari della nostra Protezione Civile e ai cittadini per aver correttamente rispettato le regole.
Ora, andiamo avanti verso un futuro più sereno”.

L’articolo Celebrata la giornata nazionale delle vittime del Covid-19 proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: