fbpx

Chemio in condizioni proibitive all’ospedale di Cassino

IL FATTO – Disagi per i pazienti del “Santa Scolastica”, costretti a mangiare sulle sedie. Il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli: “Le poltrone sono adattate e non di ultima generazione come negli altri ospedali del Lazio”

“Chemio in condizioni proibitive. Questa la situazione dei pazienti immunodepressi che devono fare la chemioterapica in una stanzetta ambulatoriale dell’ospedale di Cassino. Non hanno neanche un bagno dedicato e lo condividono con tutti gli ambulatori del piano anche con persone con altre patologie.

La stanza strettissima addirittura con tre pazienti alla volta non è dotata neanche di un tavolo dove poter far consumare un piccolo pasto ai pazienti che devono permanere lì per ore e sono costretti a mangiare qualcosa sulle sedie. Infine le poltrone per la chemio sono adattate e non di ultima generazione come negli altri ospedali del Lazio.

Tutto ciò non è ammissibile! In tutto questo vorrei ringraziare il personale sanitario che è costretto a lavorare in queste condizioni e con mille sacrifici porta avanti un lavoro encomiabile, mentre la politica regionale continua ad essere miope con i suoi rappresentati del Partito Democratico.”
Lo dichiara, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega)

L’articolo Chemio in condizioni proibitive all’ospedale di Cassino proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: