fbpx

Cotoletta di pesce spada

Categoria: Secondi piatti

Ingredienti

  • Pesce spada 4 fette (da 170 g ciascuna)
  • Uova 2
  • Panko 200 g
  • Pistacchi 150 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Cotoletta di pesce spada, passo 1

Per preparare la cotoletta di pesce spada versate nel mixer i pistacchi (1) e frullateli fino ad ottenere una polvere (2). Mescolate il trito di pistacchi al panko (3).

Cotoletta di pesce spada, passo 2

Otterrete così la panatura (4). Sbattetete in una pirofila le uova (5) e tamponate il pesce spada con della carta assorbente per asciugarlo (6).

Cotoletta di pesce spada, passo 3

Immergete le fette di pesce spada prima nell’uovo sbattuto (7) e poi nella panure (8), in modo da ricoprire bene ogni parte (9).

Cotoletta di pesce spada, passo 4

Scaldate l’olio in una padella fino a 160°-170°(10), immergete la cototella di pesce (11) e friggete in olio da entrambi i lati (12).

Cotoletta di pesce spada, passo 5

Quando la superficie sarà bella dorata (13), scolate su carta assorbente (14) e salate a piacere. Servite la cotoletta di pesce spada ben calda (15) accompagnata a una fresca insalata di stagione.

Conservazione

Gustate le cotolette di pesce spada non appena pronte, in modo da preservare la caratteristica croccantezza della frittura. Sconsigliamo la congelazione.

Consiglio

Il panko è un pangrattato realizzato con il pane bianco in cassetta. Ecco la ricetta per prepararlo in casa: togliete i bordi al pane in cassetta, tagliatelo a strisce, poi sminuzzatelo utilizzando un mixer. Impostate la velocità al minimo e azionate per pochi minuti. Ottenete delle briciole piuttosto grandi. Distribuite le briciole di pane sul fondo di una teglia, avendo cura di farne uno strato sottile. Lo spessore non deve superare 1 cm e soprattutto deve essere uniforme. Cuocete per 20 o 30 minuti in forno preriscaldato a 120 °.

Controllate che le briciole diventino croccanti e mescolate di tanto in tanto. Sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di utilizzarlo. È importante non chiuderlo ancora caldo in un contenitore, perché non si ammorbidisca con l’umidità.

Al posto dell’olio di oliva potete utilizzare un olio di semi per frittura.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: