fbpx

Firme false a sostegno della lista del Pd: ora si va a processo

CRONACA – Tre le persone rinviate a giudizio, tra cui l’ex consigliera provinciale Alessandra Sardellitti. Continuano gli strascichi giudiziari a ormai tre anni dalle elezioni comunali di Cassino

Firme false a sostegno della lista del Pd: dopo aver iscritto tre persone nel registro degli indagati, adesso si va a processo. Il 23 gennaio 2023, ovvero a tre anni e mezzo dalle elezioni comunali di Cassino della primavera del 2019, ci sarà il giudizio immediato per tre persone. Oltre a due ex esponenti del Pd di Cassino, a finire sotto processo è anche l’ex consigliera provinciale del Pd, da poco passata ad Azione! (proprio oggi il leader nazionale Carlo Calenda è giunto a Frosinone a supporto di Vicano per le elezioni comunali del prossimo 12 giugno) Alessandra Sardelliti.

I tre imputati dovranno rispondere del reato di “falso ideologico”. Alessandra Sardellitti , si scrive nella richiesta di citazione diretta a giudizio, “in qualità di pubblico ufficiale addetto all’autenticazione delle firme necessarie per la presentazione della lista del Partito Democratico per il rinnovo del consiglio comunale di Cassino, tenutosi il 26 maggio 2019, attestava falsamente che almeno 47 firme presenti su tale lista erano state apposte in sua presenza, previa autenticazione dei firmatari, quando in realtà le firme medesime erano state raccolte in sua assenza”.

L’articolo Firme false a sostegno della lista del Pd: ora si va a processo proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: