fbpx

Inclusività e integrazione al centro islamico di Cassino

IL FATTO – L’ifṭār,è il pasto serale che, nella cultura musulmana, viene consumato nell’orario che interrompe il digiuno quotidiano durante il mese sacro del Ramadan. Una serata con gli assessori della giunta comunale

Il Centro Islamico Culturale La Luce – OdV realizza un  ifṭār con gli operatori del progetto Percorsi inclusivi, che è in corso, e con i volontari del CESV di Frosinone.  L’ifṭār è il pasto serale che, nella cultura musulmana, viene consumato nell’orario che interrompe il digiuno quotidiano durante il mese sacro del Ramadan.

Come chiesto dal presidente del centro culturale, Massimiliano Badr Evangelista, si tratta di un evento informale al quale partecipano anche l’assessore Barbara Alifuoco con delega agli affari generali, agli affari legali, Polizia Locale, Personale. Insieme a lei c’è anche l’assessore ai servizi sociali, Luigi Maccaro e i sacerdoti della chiesa di Sant’Antonio.

Ad aprire l’incontro i saluti da parte del centro islamico, i cui membri accolgono i volontari e gli ospiti, invitando tutti a condividere l’esperienza dell’ifṭār. Questo pasto, dopo il tramonto, nel quale si condivide la cena con amici e parenti, come in una festa e si mangiano diverse pietanze. Per queste ragioni, tutti si sono sentiti parte  di questa serata. Si tratta, per tutti i musulmani, di celebrare i valori del Ramadan. Questo è proprio il senso di unione, di condivisione e di fratellanza che si respira nel centro culturale.

Le attività di volontariato, come anche il progetto di Percorsi inclusivi, sono importanti per realizzare una comunità educante e inclusiva. Allo stesso modo, anche l’ifṭār del 22 Aprile, ha un importante significato di apertura e desiderio di condividere valori universali come l’Amore tra gli uomini.

L’articolo Inclusività e integrazione al centro islamico di Cassino proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: