fbpx

Jazz O’live: a Castro dei Volsci torna il Jazz migrante

EVENTI – L’appuntamento musicale dal Balcone della Ciociaria, in uno dei Borghi più belli d’Italia, è giunto alla terza edizione: si ripete, quest’anno, il 29 luglio

Il team di Jazz O’ Live (il Jazz migrante), affiancato dall’esperienza dell’Associazione Gruppo Folk città di Castro e supportato dall’Amministrazione Comunale, è riuscito a superare la crisi post-pandemica e si prepara a ospitare sul Balcone della Ciociaria, all’ombra della Mamma Ciociara, un trio inedito composto dal conterraneo Simone Prattico, alla batteria; il newyorkese Klaus Mueller, al piano; il romano Luca Bulgarelli, al contrabbasso.

Trio che si aggiunge ai prestigiosi artisti che hanno partecipato alle precedenti edizioni: Francesco Cafiso, Phil Palombi, Roberto Pistolesi, Roberto Tarenzi, Filiberto Palermini, Paolo Tombolesi e Gianluca Renzi.

L’Amministrazione comunale ha patrocinato l’evento. Queste le parole del vicesindaco e assessore al Turismo, Roberto Peronti: «Come Amministrazione siamo contenti di patrocinare questa iniziativa. Avendo seguito, già da consigliere comunale, sin dalla prima edizione, la manifestazione esprimo, anche quale vicesindaco e assessore al Turismo, la mia particolare soddisfazione per questo bellissimo e coinvolgente evento che si ripete.  Un plauso e un ringraziamento all’Associazione Gruppo Folk Città di Castro, agli sponsor e agli organizzatori, per l’entusiasmo e l’impegno con cui portano avanti, per la terza volta, questo importante appuntamento musicale, a Castro dei Volsci, dal Balcone della Ciociaria, all’ombra della Mamma Ciociara».

Jazz O’live, dal nome così evocativo, è un progetto nato, anni fa, attorno alla figura di Phil Palombi: un ritorno, il suo. Infatti, il nonno del musicista statunitense partì, proprio da Castro dei Volsci, nell’immediato dopoguerra per emigrare negli Stati Uniti, come molti altri fecero in Ciociaria. Dal ritorno di Phil, da una promessa, dalla ricerca delle sue origini e da una storia di amicizia e comunanza di idee è nato questo festival e gli organizzatori  pensano già al prossimo anno che lo vedrà di nuovo protagonista in una nuova prestigiosa veste. E, intanto, vi invitano il prossimo 29 luglio: «Questo evento, fin dalla sua nascita», sottolineano i membri del Gruppo Folk, ancora una volta in prima linea,  «ha avuto un positivo riscontro di pubblico. La suggestiva location che fa da cornice agli artisti, di fama internazionale, contribuisce a creare una particolare atmosfera che non è per nulla scontata e che non fa altro che rendere la musica pura magia. Null’altro da aggiungere: non ci resta che invitarvi, sarà ancora una volta magnifico».

È prevista, inoltre, la partecipazione straordinaria di Giovanni Valle, noto editore musicale.

Il concerto si terrà, sulla Rocca di Castro dei Volsci, il 29 luglio alle ore 22.00: è a ingresso libero, fino a esaurimento posti. Per informazioni Gruppo Folk: 3384048316.

L’articolo Jazz O’live: a Castro dei Volsci torna il Jazz migrante proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: