fbpx

“La guerra in casa”: a Coreno Ausonio è calato il sipario

TERRITORIO – Diciassette appuntamenti, otto comuni coinvolti, tre associazioni unite per regalare al territorio della Ciociaria un progetto inedito che dal 20 maggio al 3 luglio ha acceso i riflettori sulla Seconda Guerra Mondiale tra escursioni sulla Gustav, racconti e spettacoli teatrali

Diciassette appuntamenti, otto comuni coinvolti, tre associazioni unite per regalare al territorio della Ciociaria un progetto inedito che dal 20 maggio al 3 luglio ha acceso i riflettori sulla Seconda Guerra Mondiale a 78 anni di distanza e mentre nell’Est Europa spirano venti di guerra che tornano a far tremare il Vecchio Continente, e non solo.  A 78 anni di distanza dai tragici eventi bellici l’associazione Culturale Korinem, Strategie Comuni Aps e Compagnia Errare Persona, con il contributo della Regione Lazio, hanno dato vita al progetto “La Guerra in Casa”.

Con la cerimonia al Monumento alla Pace di Marinaranne di Coreno Ausonio, domenica 3 luglio è calato il sipario sul cartellone e gli organizzatori hanno avuto modo di fare un rendiconto del loro progetto e ringraziare tutti gli intervenuti. Hanno preso parte all’evento i presidenti delle tre associazioni promotrici del progetto Gianfranco Onairda, Damiana Leone e Rosamaria Di Siena. Tra gli altri ha presenziato il vice presidente della Provincia Luigi Vacana. Gli ultimi tre appuntamenti hanno visto coinvolti altri due comuni della Valle dei Santi, prima dell’appuntamento finale a Coreno Ausonio. Giovedì 30 giugno nella sala consiliare di Castelnuovo Parano, alla presenza del sindaco Oreste De Bellis si è svolta l’iniziativa “Racconti di guerra” mentre sabato 2 luglio è stata la volta di un’ultima escursione sui sentieri della linea Gustav, questa volta ad Esperia, in località Polleca. In precedenza le escursioni avevano toccato la Cavendish Road, Monte Ornito Vallaurea Piccola e il  Monte Maio. Iniziative realizzate in collaborazione con il Cai di Esperia.

L’evento andato in scena a Castelnuovo si inserisce invece tra i quattro realizzati in collaborazione con l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci (Federazione Provinciale di Frosinone), dove sono andati in scena i racconti di guerra.Prima di Castelnuovo, altri comuni interessati sono stati Coreno, Ausonia ed Esperia. Sulle piazze virtuali dei social è andata invece in scena la docuserie “Racconta la guerra” con diverse testimonianze.

Tanti gli Enti che hanno patrocinato l’evento: Provincia di Frosinone e Provincia Creativa, i Comuni di Ausonia, Castelnuovo Parano, Castro dei Volsci, Ceccano, Coreno Ausonio, Esperia, Pico e San Giovanni Incarico. “A tutti loro, e soprattutto alla regione Lazio – dicono gli organizzatori –  va il nostro più sentito ringraziamento. Un grazie anche all’Istituto Comprensivo di Esperia, al CAI sezione di Esperia, e all’associazione Nazionale Combattenti e Reduci Federazione Provinciale”.

Ricordiamo, infine, che un altro dei temi principali affrontati nel corso dell’evento itinerante è stato anche quello delle “Marocchinate” con lo spettacolo teatrale “Ninetta e le altre”, scritta e diretta da Damiana Leone ed interpretata da Damiana Leone, Anna Mingarelli e Francesca Reina. Tutti gli spettacoli e gli eventi sono stati sempre molto partecipati: gli organizzatori non nascondono l’orgoglio per l’ottima riuscita dell’iniziativa che ha coinvolto molti comuni della Ciociaria ed in particolar modo quelli della Valle dei Santi.

L’articolo “La guerra in casa”: a Coreno Ausonio è calato il sipario proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: