fbpx

Le pagelle di domenica 10 aprile

RUBRICHE – Dell’Isola fa brillare il “Sol per Noctem”, la Fiom incorona De Palma. I giornalisti nel mirino del sindaco, lite con Stampa Romana. Il consigliere di Cassino: “La peggiore stampa della storia”

MARCO DELL’ISOLA

Dopo aver inaugurato l’anno accademico in presenza dopo lo stop dello scorso anno dovuto alle restrizioni anti Covid, il rettore Dell’Isola si prepara alla due giorni di UnicasOrienta. L’ateneo di Cassino è tra i i più “accoglienti”: il 16,5% dei circa 8.000 iscritto sono stranieri.

Nella sua prolusione Dell’Isola ha evidenziato: “La pandemia da COVID-19 ha messo a dura prova tutto il sistema universitario. L’Università di Cassino ha reagito in modo rapido ed efficace alla crisi sanitaria, da un lato proponendo un modello didattico di interazione da remoto che, seppur basato sulle tecnologie telematiche, è stato reinterpretato in modo mirabile, dall’altro con lo smart working e il telelavoro”. E sulla guerra scoppiata in Europa ha chiosato: “Noi, come ateneo, siamo certi di aver contribuito a far comprendere le ragioni della pace e della fratellanza, senza retorica, e con la testimonianza degli studenti ucraini appena giunti da Kharkiv.

Un Magnifico ateneo

VOTO 10

MICHELE DE PALMA

Dicono che sia uno dei pochi a scaldare i cuori come era in grado di fare Maurizio Landini, il sindacalista operaio che da segretario generale della Fiom ha combattuto strenue battaglie fino ad arrivare a prendere le redini della Cgil. Dicono che abbia la stessa empatia di Landini. E soprattutto, la stessa grinta, identica caparbietà. Non a caso in questi anni da delegato del settore automotive ha occupato gli schermi televisivi molto di più di Francesca Re David, la prima a raccogliere l’eredità di Landini che adesso l’ha voluta con lui nella segreteria della Cgil. Con le dimissioni di Re David l’elezione di Michele De Palma ai vertici della Fiom era scontata. Lo è stata. Non c’è stata alcuna contrapposizione. Ha avuto la standing ovation di tutti i delegati, anche quelli della segreteria provinciale di Frosinone e Latina

“Un grande compagno e un grande uomo che ha sempre prestato la giusta attenzione al nostro territorio e ai nostri delegati” sottolineano il segretario provinciale Donato Gatti e la responsabile dell’indotto Stellantis di Cassino Rosa D’Emilio. “Certamente gli impegni saranno maggiori, ma sarò comunque presente spesso a Cassino, è una delle realtà a cui sono maggiormente affezionato” ha assicurato De Palma poco dopo la sua elezione

Compagno De Palma

VOTO 8

CHI ACCUSA E CHI (NON) DIMENTICA

Il Consiglio comunale voluto da cinque consiglieri di opposizione di Cassino per fare il punto sulle vicende giudiziarie riguardanti le firme false del Pd e il presunto voto di scambio verrà ricordato solo per le polemiche tra il sindaco e i giornalisti. Sul finire dell’assise il primo cittadino ha infatti sventolato alcuni articoli di giornale e ha messo nel mirino la stampa. Non tutta, ha specificato dopo che è intervenuta “Stampa Romana.” Sarebbe stato opportuno fare i nomi, allora.

Un po’ come ha fatto il consigliere Salvatore Fontana che nella conferenza stampa precedente il Consiglio rispondeva a chi gli poneva domande che lui “era di parte”. Nel 2020 disse invece che “siamo in presenza della peggiore stampa della storia”. Salvo poi precisare: “Ovviamente mi riferivo a quei soggetti che si vendono al miglior offerente… non sicuramente a quelli che onestamente fanno il proprio dovere”. Stessa precisazione, con toni e parole diverse, ha fatto il sindaco Salera. Un consiglio spassionato a entrambe le fazioni politiche di Cassino: maggior rispetto per giornali e giornalisti. Se necessario fare delle critiche, potete indicare nomi, cognomi e numero di tesserino (per chi ce l’ha, ovviamente!)

La fiera dell’ipocrisia

VOTO 4

L’articolo Le pagelle di domenica 10 aprile proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: