fbpx

Sant’Angelo, i furbetti del senso unico non si arrendono

IL FATTO – In tanti continuano a percorrere l’arteria che collega la frazione al centro della città di Cassino, anche se provenienti dalla zona dove c’è il divieto, soprattutto durante gli orari di punta, all’uscita dalle scuole. E la fanno franca grazie ai pochi controlli

Litigi continui. Urla dai finestrini delle auto, situazioni di pericolo sempre più evidenti. A pochi giorni dall’entrata in vigore del senso unico, gli irriducibili del doppio senso di marcia proprio non ne vogliono sapere di rispettare il codice della strada e, malgrado la segnaletica sia bella visibile i “no senso unico” passano ugualmente incuranti del pericolo per loro stessi, per gli altri, e per l’applicazione del codice della strada che prevede fino al ritiro della patente per chi viaggia in senso vietato.

Ma tutto ciò sembra essere secondario per i furbetti del senso unico che, specie nell’orario di uscita delle scuole la fanno da padrone in direzione vietata. Ed è anche pericoloso protestare, stamattina un anziano signore che transitava nel giusto senso di marcia, ha dovuto difendersi dalle parolacce di un giovinastro che guidava in senso unico e che l’anziano signore aveva redarguito proprio sul suo comportamento alla guida.

Insomma via Sant’ Angelo malgrado i divieti resta zona franca, ovviamente non per tutti, la maggioranza degli automobilisti, seppur con tanti sospiri e non solo rispettano le regole. Qualche controllo in più nelle ore di punta non sarebbe male.

Salvatore Trupiano

L’articolo Sant’Angelo, i furbetti del senso unico non si arrendono proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: