fbpx

Scuolabus nel fossato, le polemiche non si placano. E il caso finisce in Consiglio

TERRITORIO – La consigliera Paliotta ha presentato un’interrogazione al sindaco di Pontecorvo. Pop incalza: “Rotondo affermando che ‘queste cose purtroppo accadono’, insulta le famiglie coinvolte”

“Le parole del Sindaco risuonano come un insulto per quelle famiglie che hanno visto coinvolti i propri figli in un incidente che ha messo in pericolo i bambini. Davide Luzzi interviene sulla questione”.  Dopo i chiarimenti del sindaco di Pontecorvo, le polemiche ancora non si placano a Pontecorvo, e Pop torna ad incalzare il primo cittadino Anselmo Rotondo.

“Mi dispiace per Rotondo e la sua delegata, Longo, ma non basta dire che era tutto in ordine, che è tutto a posto, e che incidenti come quello avvenuto sono cose che capitano. Non basta. Inutile anche che Rotondo, continui a delegittimare chi chiede conto a nome di una parte della cittadinanza della sua azione amministrativa, definendo polemiche le richieste di chiarimento su un fatto grave che, a quanto pare, è affrontato con una insolita superficialità dati gli accadimenti. 

Rotondo deve rispondere nel merito. Se tutto era perfettamente in ordine, come mai un autobus con bambini a bordo è finito fuori strada? Se, come afferma Rotondo, sono cose che capitano cosa dobbiamo pensare? Che in qualunque momento possa accadere che i freni di uno scuolabus possano non funzionare? Credo che Rotondo non si renda conto della gravità di quanto accaduto. Ci dispiace ma non siamo soddisfatti, come molti genitori che ci hanno contattato in questi giorni, della risposta di Rotondo e di Longo. 

Annalisa Paliotta, in qualità di Consigliere Comunale, ha proposto una interrogazione ponendo domande chiare e mirate. Ci auguriamo che Longo abbia la buona volontà di rispondere nel merito. Lo deve alle famiglie coinvolte e a quelle che ogni giorno mandano i propri figli a scuola sui mezzi del Comune. Perché non è accettabile il fatto che questa amministrazione affermi che questo tipo di incidenti sono “cose che capitano”. 

Se i mezzi sono obsoleti vanno cambiati. Se vi fosse un eccesso di utilizzo dei mezzi per tratte non corrispondenti al tragitto scolastico, questo potrebbe essere un problema, su mezzi obsoleti, in relazione a un piano di manutenzione programmata basato su tratte minori e locali. Questo lo hanno accertato Rotondo e Longo?  La sicurezza dei bambini prima di tutto”.

L’articolo Scuolabus nel fossato, le polemiche non si placano. E il caso finisce in Consiglio proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: