fbpx

Voto di scambio e firme false, la sferzata di Martini

OPINIONI – L’avvocato, già candidato sindaco del M5S alle elezioni comunali del 2019, invita i consiglieri comunali di Cassino alle dimissioni. Ecco perché

di Giuseppe Martini*

Ritengo che si ponga un problema etico per quei consiglieri comunali che non si sentono coinvolti direttamente nelle inchieste sul cd voto di scambio e firme false. Oggi quei consiglieri comunali, conoscendo i gravi fatti contestati dalla Procura, hanno l’obbligo etico di renderli chiari ai cittadini, di pretendere spiegazioni e, nel caso, anche di rassegnare le dimissioni.

Penso infatti che eticamente non sia corretto continuare ad amministrare una città dichiarandosi trasparenti ma poi trincerarsi dietro ipocrite argomentazioni (attendiamo le sentenze definitive) pur di giustificare un mutismo su fatti che invece riguardano, senza ombra di dubbio e a prescindere dagli esiti processuali o dalla ricerca dei colpevoli- come può sfuggire! -, il libero voto dei cittadini.

*Avvocato, già candidato sindaco del M5S alle elezioni del 2019

L’articolo Voto di scambio e firme false, la sferzata di Martini proviene da LeggoCassino.it.

Commenti

  • Ancora nessun commento.
  • Aggiungi un commento
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: